Perché la cucina ladina cambierà la tua vita

Perché la cucina ladina cambierà la tua vita

Un viaggio in Ladinia non può che essere allietato da un assaggio della cucina ladina, un connubio perfetto di tradizioni e prodotti locali dai sapori semplici ma avvolgenti. Il clima delle Dolomiti non permette la crescita di molte colture e così la cucina ladina si è da sempre specializzata in prodotti che sopportano temperature medio-basse, come patate, orzo, piselli, funghi, mele e tutta la frutta tipica delle valli montane come ribes, fragole e mirtilli. Gusti semplici ma che sanno rimanere impressi e far venire l’acquolina anche a distanza di anni.

La cucina ladina in tavola

Oggi come un tempo, le famiglie ladine sono solite utilizzare come ingredienti delle loro ricette prodotti coltivati nel proprio orto, capaci così di rendere unico ogni piatto trasmettendo l’amore e la cura per la tradizione della cucina ladina. Gusti intramontabili li si ritrova in ogni portata del pasto, dal primo al dolce.

Piatto principe della cucina ladina: i canederli

Cucinati da molti ed in innumerevoli varianti, i canederli ladini vengono cucinati con lo speck e serviti in brodo. Gli ingredienti sono poveri (pane raffermo, uova, cipolle, latte e farina) fatta eccezione per lo speck: non a caso venivano preparati per il giorno di festa. Così come gli ingredienti, anche la preparazione è molto semplice: basterà infatti unire tutti gli ingredienti come per formare delle polpette e infine cuocerli in acqua bollente prima di servirli con un brodo di carne ed erba cipollina.

Gli “Herrengröstl”, un secondo piatto semplice e rapido

Pensando alla cucina ladina si immaginano tempi di cottura lunghi e preparazioni laboriose; con questa seconda portata invece in meno di mezz’ora potrete gustare tutto il gusto della Ladinia. Si tratta di straccetti di vitello e patate rosolate in una noce di burro, insaporite a fine cottura da maggiorana, pepe ed alloro. Nulla di più semplice e gustoso.

La dolce cucina ladina

Tutti, golosi o no, quando visitano un posto cercano sempre un dolce tipico da assaporare e magari da riproporre anche a casa. Conosciutissimo è lo strudel di mele, ma la cucina ladina possiede numerose altre ricette ricche di gusto per concludere bene un pasto. Una di queste è quella per preparare una gustosa torta di grano saraceno e mirtilli rossi, tipici ingredienti ladini per una squisita marmellata. Ricetta dagli ingredienti poveri, prevede la semplice miscelazione di burro, farina di grano saraceno, uova, zucchero e mandorle macinate. Dopo circa un’ora di cottura vi basterà tagliare la torta con un filo, farcirla con la marmellata di mirtilli rossi e cospargerla di zucchero a velo.
I dolci ladini non sono però gustosi solo a fine pasto. Per una colazione ricca di gusto ed energia potete infatti gustare il loro tipico miele al dente di leone ottenuto non dalle api come siamo abituati a pensare ma dalla lenta bollitura di 400 fiori con limone, acqua e zucchero. Dopo una notte di riposo, questa delicata crema è pronta per essere imbottigliata o spalmata sul pane.