Escursioni nel Cadore: raccolta dei funghi

Escursioni nel Cadore: raccolta dei funghi

Pronti per una stagione ricca di emozionanti escursioni nel Cadore? La regione del Cadore è un vero e proprio paradiso per chiunque ami la natura, la pace e la montagna: ampie zone selvagge che si fregiano del riconoscimento di patrimonio mondiale Unesco, foreste dal fascino misterioso, panorami mozzafiato, antichissime strade lastricate e stupendi centri abitati si alternano ed offrono numerosissime opportunità per trascorrere soggiorni meravigliosi. I percorsi sui quali dar vita alle proprie escursioni nel Cadore sono tantissimi e tutti ricchi di peculiarità in grado di trasformare anche una semplice passeggiata in un’esperienza unica.

Escursioni nel Cadore: un’esperienza mozzafiato

Nella regione alpina del Cadore esistono opportunità di escursioni e gite fuori porta in grado di accontentare chiunque: trekking, gite naturalistiche, vie ferrate, alpinismo, arrampicate, passeggiate a cavallo, in mountain bike o con le ciaspole. I punti d’interesse sono tantissimi e tutti impreziositi dalle stupende guglie dolomitiche che emergono sullo sfondo. Fra le più interessanti escursioni nel Cadore figurano le sorgenti termali di Lagole, uno dei luoghi più affascinanti dell’intera regione alpina. Facile da raggiungere, situato a pochi passi dal vicino centro abitato, ma ancora selvaggio ed incontaminato. È possibile visitare il lago in canoa o in barca o fare un semplice bagno lungo le sue rive. Alcuni sentieri ben segnalati costeggiano lo specchio d’acqua e risalgono le alture circostanti. Fra le escursioni nel Cadore più imperdibili figura anche quella all’interno dell’area Wilderness della Val Montina, una zona che è riuscita a preservare alla perfezione il suo carattere selvaggio e che porta ancora le ferite della grande alluvione del 1962, che generò il tragico disastro del Vajont. Le pareti rocciose che proteggono la valle sono dominate dal pino nero, mentre una buona varietà di mammiferi ha ripreso il totale controllo dell’area. Mentre si percorrono i numerosi sentieri che solcano boschi e prati ricchi di biodiversità, è facile imbattersi in cervi, camosci e tassi.

Escursioni nel Cadore: alla raccolta dei funghi

Nel cuore del Cadore, in località Masarié, frazione del pittoresco comune di Cibiana di Cadore, sorge il ristorante tipico Taula dei Bos, specializzato in cucina locale e pietanze cucinate mediante l’impiego di prodotti rigorosamente a chilometro zero. Il borgo di Cibiana è uno splendido avamposto immerso nella natura, situato ad oltre 1000 metri sul livello del mare, fra boschi e panorami incorniciati dal magnifico scenario dolomitico. Muovendo dal ristorante è possibile prendere parte a meravigliose escursioni nel Cadore, quali il percorso conosciuto come Alta Via delle Dolomiti o quello che tocca le numerose miniere dismesse presenti in zona. Per tutti gli appassionati di funghi, vengono organizzate passeggiate stagionali fra i boschi di Cibiana, dove sarà possibile cogliere esemplari deliziosi di porcini e finferli. Per prendere parte alle escursioni tra i boschi a caccia di funghi locali è sufficiente chiedere informazioni presso la struttura ricettiva Taula dei Bos o consultare il sito web del ristorante nella sezione dedicata.